Passa ai contenuti principali

Conosciamo meglio l'aeroporto di Ciampino




Per arrivare in volo nella nostra bella capitale o decider di prenderne uno, si può scegliere l'aeroporto di Ciampino, luogo prosperoso di viaggi e viaggiatori che ogni giorno lo scelgono come alternativa al famoso aeroporto Fiumicino.

A differenza di quello che si possa pensare, l'aeroporto di Ciampino ha già alle spalle una lunga vita infatti è stato costruito nel lontano 1915 ed è il luogo da cui partì il dirigibile guidato dal generale Umberto Nobile fino in Alaska. La curiosità più interessante di questo aeroporto è la sua posizione geografica, ossia è ubicato in estrema periferia e precisamente fuori dal grande raccordo anulare.

La vicinanza della stazione ferroviaria di Ciampino e della via Appia e l'assenza di forti venti ha determinato la scelta di posizionarlo in questa zona.

Fino al 1961 è stato il primo aeroporto romano per essere poi sostituito da Fiumicino.

Nonostante sia secondo, a Ciampino non manca assolutamente nulla per garantire ai numerosi passeggeri che arrivano e partono, ogni servizio e comodità.

L'aeroporto di Ciampino dispone di un solo terminal che si sviluppa su un unico piano diviso tra arrivi e partenze.

Muoversi al suo interno non è affatto difficile anche perché le sue dimensioni sono molto contenute.

Come già accennato non manca assolutamente nulla infatti ci sono diversi parcheggi per lasciare l'auto di cui alcuni anche un po' più distanti con tariffe più basse. Inoltre sono presenti per chi arriva, diverse aziende che si occupano di noleggio auto.

Sempre presenti i taxi romani bianchi che sono quelli ufficiali.

Le altre due alternative per arrivare o andar via da Ciampino sono il bus che collega l'aeroporto con la stazione ferroviaria dove ci sono diversi treni regionali che partono ogni 12 minuti e, la metropolitana che può essere raggiunta con i bus per arrivare alla fermata più vicina ossia, Anagnina della linea A.

E per chi deve fermarsi per poco, vicino a Ciampino non mancano alberghi e bed breakfast.

Nonostante le sue ridotte dimensioni l'aeroporto di Ciampino vanta ogni giorno diversi voli di brevi e lunghe tratte.

Sono tanti i viaggiatori che scelgono di partire o arrivare da qui per la vicinanza alla bellissima capitale.

Se cerchi informazioni in più su come arrivare all'aeroporto di Ciampino, leggi qui.

Ciampino infatti dista poco dal centro di Roma e se il traffico romano lo permette si possono impiegare anche soli 20 minuti anche se purtroppo spesso il traffico intenso blocca questo idillio.

Ma questo non ferma il flusso di viaggiatori che ogni giorno popolano l'aeroporto soprattutto perché ormai da tempo è diventato lo snodo aeroportuale nazionale e internazionale delle ormai sempre più gettonate compagnie aeree low cost come Ryan Air e Wizz Air che permettono a Ciampino di veder transitare all'incirca sei milioni di passeggeri.

Un grande numero per un piccolo e super organizzato aeroporto che negli ultimi anni ha visto crescere notevolmente il numero dei terminal per smistare al meglio le operazioni di volo.

Commenti

Leggi anche

Migliori siti torrent legali e funzionanti 100%

In questo articolo andremo ad elencare una lista di siti torrent testate funzionanti, che offrono contenuti legali fruibili almeno in alcune nazioni mondiali, essendo pubblicati con licenze Ccreative Ccommons, di pubblico dominio e simili. Molte di queste risorse riguardano film, video riutilizzabili (anche a scopo commerciale, se specificato), musica sia live che studiò E molto altro materiale scaricabile grazie al comodo formato torrent . Per scaricare i torrent è necessario procurarsi un programma client gratuito; di seguito, riporto quelli che si possono usare per ogni sistema operativo. Windows: uTorrent Linux: uTorrent Android: uTorrent Mac: Transmission Public Domain Torrents La risorsa numero 1 per trovare film con licenze scadute o di pubblico dominio, da poter riutilizzare liberamente. Film eTree Distribuzione via torrent di concerti live in vari formati audio, con il consenso degli artisti. Musica live - Concerti MP3, FLAC JamToThis Distribuzione via torrent di con

Un "miglior hosting" davvero terribile

Ciao, sono un piccolo-medio blogger italiano, un ambizioso "Aranzulla" all'italiana che sogna, un giorno, di dedicarsi interamente alla formazione e smetterla di stare sul web a tirare le 100/200 euro a Google Adsense. Sono uno dei tanti, insomma: proprietario di un blog da 1200 unici al mese , le visite erano in aumento ed avevo il mio hosting preferito che, ad oggi, non  ho più. Oggi infatti l'hosting in questione che chiamerò "miglior hosting " ( ovviamente nome di fantasia, figuriamoci se dopo questa delusione cocente ho voglia di impelagarmi a discutere), senza troppi giri di parole, ha deciso in perfetta autonomia alcune cose molto, molto carine : ha interrotto l'erogazione dall'oggi al domani un servizio di hosting dedicato, dall'oggi al domani per cui avevo già pagato; dicono che occupo troppe risorse, con un sito in WordPress in cui ci stanno si e no 12 plugin, non ci sono script in background, ci stanno circa 12.000 paginette in croc

Che effetto fa l'erba legale

Da giugno 2017 in Italia si parla moltissimo, forse anche troppo, dell'erba legale, con reazioni spesso scomposte da parte della società: ad esempio oggi il partito dei Fratelli d'Italia ha organizzato un flashmob a Roma per evidenziare la contraddizione della "droga spacciata per cultura", con riferimento alla Feltrinelli ed alla vendita di libri della collana " Read&Weed – Grandi Autori in erba ", casa editrice Nero, che vende classici della letteratura con maria legale in omaggio. Lo stesso Matteo Salvini, del resto, ha dichiarato guerra ai negozi di questo genere e non è detto che gli stessi potranno avere vita facile. L’iniziativa della casa editrice, in seguito rigettata e vietata dalla Mondadori stessa, sembra avere un carattere divulgativo e commerciale, il tutto “all’interno delle regolamentazioni e le normative indicate dallo stato italiano e dalla Comunità Europea. Demonizzare e strumentalizzare un’operazione del genere dimostra solo ten

Siamo andati nel dark web: ecco cosa c'è davvero

Sì, l'abbiamo fatto. E non tutto quello che abbiamo visto ci è piaciuto. Ci siamo decisi a fare un giro nel dark web, una buona volta per tutte. Seguendo anche un po' di guide che abbiamo trovato sull'internet, tra cui questa di Trovalost.it , ci siamo incuriositi e, da bravi "indagatori dell'incubo" (Sclavi sarebbe contento di questa meta-citazione? Non lo sappiamo davvero...) ci siamo addentrati nel dark web. Il dark web è un mostro, per molti: è il luogo dove si comprano cose brutte, tra cui la ddddroga , dove puoi purtroppo anche commissionare un omicidio sul serio e trovare foto pedopornografiche o video hard trafugati illegamente. Molto del dark web, a cominciare dallo storytelling che usualmente se ne fa, è leggenda urbana a tutti gli effetti; ma tanto altro purtroppo sembra reale, per quanto l'unico modo per indagare seriamente sulla questione sarebbe quella di testarlo sul campo, effettivamente. Il dark web è insomma una belva strana: finchè non

Fattori di ranking nel 2020: quali sono?

Google è alla ricerca di affermazione continua, e cerca di rimanere confermato come il miglior motore di ricerca al mondo . Per risolvere questo dilemma e confermare la propria capacità di rankare bene siti di qualità, deve promuovere la qualità: ecco perchè è importantissimoa vere un sito web fatto come si deve. Migliaia di utenti ogni giorno, solo in Italia, potrebbero cercare i tuoi prodotti: vogliamo accontentarli come si deve, oppure vogliamo continuare a parlare di auto-proclami egoisti come le terrificanti " aziende leader nel settore "? I dati parlano ad oggi, anche in tempi di Covid-19 e forse in misura ancora più marcata perchè la gente sta più tempo connessa su internet, 3 miliardi di richieste al giorno che arrivano a Google. Se vuoi nascondere un cadavere mettilo nella seconda pagina di Google , perchè tanto nessuno lo vedrà? Diciamo che non è proprio così: anche la seconda pagina nasconde delle opportunità , più che altro perchè con un po' di a

Con la quarantena, l'uso del Wi-Fi aumenta in tutto il mondo

  Avendo più tempo da passare a casa, gli utenti di tutto il mondo utilizzano molto di più il Wi-Fi sul proprio smartphone! Uno dei principali passatempi da fare a casa è, ovviamente, usare Internet. In questo periodo di pandemia, dove il Covid-19 è entrato nelle nostre vite, la maggior parte delle persone ha fatto smartworking . Che sia per lavoro o per diletto ( scrivere delle esperienze di viaggio su un blog ), gli italiani hanno passato ore e ore collegati sul web. Per questa ragione, il gruppo Opensignal, una società di analisi dati di reti mobili, ha fatto uno studio sull'aumento dell'utilizzo del Wi-Fi a causa della quarantena . L’azienda ha iniziato a monitorare varie località in tutto il mondo, per identificare la percentuale di incremento dell'uso di Internet a casa ed i risultati sono impressionanti! Paesi come Canada, Messico e Stati Uniti hanno registrato, rispettivamente, un aumento dell'8,1%, 5,6% e 9% nella terza settimana di marzo. L'incremento