Passa ai contenuti principali

Come scegliere un buon tutore per il gomito



Le articolazioni mobili del nostro corpo ci consentono di compiere movimenti di ampio respiro ed il loro corretto funzionamento è necessario per ripetere gestualità consuete senza eccessivo sforzo. A questa più ampia categoria appartengono, ad esempio, la spalla, il ginocchio ed il gomito. Da un punto di vista strettamente funzionale il gomito è costituito da ben tre articolazioni che, interagendo fra di loro in una sorta di meccanismo perfetto, consentono un'ampia libertà di movimento anche all'avambraccio.

A differenza del ginocchio che, per sua natura, sopporta il peso costante del nostro corpo e può andare incontro ad un processo di usura che pregiudica la cartilagine presente al suo interno, il gomito non viene sottoposto, in via generale, a carichi eccessivi, ma può essere ugualmente soggetto a patologie di varia natura. Le affezioni a carico del gomito sono principalmente di natura traumatica o di natura infiammatoria. In entrambi i casi la sintomatologia dolorosa può essere tanto elevata da pregiudicare anche la quotidianità. Le patologie infiammatorie più comuni sono a carico delle inserzioni tendinee dei muscoli dell'avambraccio e, a seconda della loro esatta localizzazione sono note gergalmente con la locuzione gomito del tennista (epicondilite) o gomito del golfista (epitrocleite) e presentano la stessa scala sintomatologica.

Il dolore al gomito può essere lancinante ed interessare tutto l'avambraccio; può accompagnarsi a rigidità muscolare, minor forza nel polso e nelle mani e formicolio diffuso fino ad una spiacevole perdita di sensibilità periferica. Le fratture a carico del gomito sono molto più frequenti di quanto si pensi e riguardano, principalmente, il capitello radiale, ma altrettanto comuni sono le lussazioni dell'articolazione che hanno incidenza massima tra i soggetti più giovani.

Una volta identificata con esattezza la causa da cui trae origine il dolore articolare attraverso gli esami specifici come TAC e risonanza magnetica, il professionista ortopedico individuerà la terapia giusta per risolvere la problematica. Non è raro il caso che al paziente, oltre alla terapia chirurgica o farmacologica, venga consigliato l'utilizzo di un apposito tutore per il gomito che trova ambito applicativo sia nel caso di terapie conservative sia nei periodi post operatori.

Cos'è un tutore per il gomito

Si tratta di un dispositivo medico la cui funzione principale è quella di dare sostegno all'articolazione sotto stress, gonfia o dolorante. Il tutore agisce offrendo una compressione esterna ed un supporto meccanico impedendo all'articolazione spostamenti eccessivi senza tuttavia limitarne la funzionalità normale.
Un dispositivo medico adeguato può essere utilizzato facilmente e può fornire risposte altamente positive. Il primo passo verso un risultato soddisfacente naturalmente, è scegliere un tutore giusto; la scelta può richiedere del tempo ed essere moderatamente impegnativa in virtù anche dell'ampia gamma di prodotti disponibili sul mercato.

Come scegliere un buon tutore per il gomito?

Volendo semplificare il concetto possiamo tranquillamente affermare che il primo passo da compiere è:

L'individuazione corretta della patologia di cui si soffre

Accertare senza ombra di dubbio l'affezione di cui soffre il nostro gomito è indispensabile per scegliere il dispositivo medico di supporto correttamente. Gli esami strumentali e la consulenza di un ortopedico possono sciogliere ogni dubbio in merito.
In seconda battuta è necessario capire , tra la vasta gamma di prodotti disponibili sul mercato, la tipologia giusta di tutore:

L'individuazione del modello adatto al nostra patologia

In commercio esistono numerosi varianti di dispositivi medici. Conoscerne le diverse peculiarità e l'esatto funzionamento di ognuno di essi consente di apportare una prima scrematura importante.
Il mercato offre, infatti, dispositivi a cinghia singola, a doppia cinghia, a compressione e misti (compressione più cinghia) ed ognuno di questi prodotti risulterà più o meno efficace ed opportuno in base alla patologia di cui si soffre. Scegliere il modello corretto non è del tutto agevole; occorre dunque documentarsi ed eventualmente richiedere la consulenza di un esperto del settore.

- L'individuazione della taglia corretta

Una volta accertato il modello giusto è necessario prestare attenzione alla taglia dello stesso. Sembrerà banale apporre l'attenzione sulla misura del prodotto, ma è fondamentale per consentire al dispositivo di svolgere la sua funzione nel miglior modo possibile.
In commercio esistono tutori a taglia unica ed espressi in varie misure: per trovare quella corretta vi consigliamo di misurare accuratamente la circonferenza del braccio 12 centimetri sopra e sotto l'articolazione del gomito.

- L'individuazione del materiale migliore

In via generale è possibile affermare che, solitamente, i dispositivi più apprezzati sul mercato sono realizzati in neoprene. E' consigliabile, comunque, verificarne la qualità testando che sia antisudore e che non irriti la pelle attraverso l'uso prolungato. Un particolare occhio di riguardo va riservato alle cuciture accertandosi che non siano troppo invasive e, quindi, fastidiose. Un prodotto realizzato in materiali migliori dura più a lungo, è più comodo ed è molto più versatile.
Vi consigliamo, infine, di verificare se il dispositivo sia compressione graduale oppure uniforme; in quest'ultimo caso, accertatevi, che il tutore non sia troppo stretto per non incorrere in fastidiosi problemi circolatori.

Commenti

Leggi anche

Migliori siti torrent legali e funzionanti 100%

In questo articolo andremo ad elencare una lista di siti torrent testate funzionanti, che offrono contenuti legali fruibili almeno in alcune nazioni mondiali, essendo pubblicati con licenze Ccreative Ccommons, di pubblico dominio e simili. Molte di queste risorse riguardano film, video riutilizzabili (anche a scopo commerciale, se specificato), musica sia live che studiò E molto altro materiale scaricabile grazie al comodo formato torrent . Per scaricare i torrent è necessario procurarsi un programma client gratuito; di seguito, riporto quelli che si possono usare per ogni sistema operativo. Windows: uTorrent Linux: uTorrent Android: uTorrent Mac: Transmission Public Domain Torrents La risorsa numero 1 per trovare film con licenze scadute o di pubblico dominio, da poter riutilizzare liberamente. Film eTree Distribuzione via torrent di concerti live in vari formati audio, con il consenso degli artisti. Musica live - Concerti MP3, FLAC JamToThis Distribuzione via torrent di con

Un "miglior hosting" davvero terribile

Ciao, sono un piccolo-medio blogger italiano, un ambizioso "Aranzulla" all'italiana che sogna, un giorno, di dedicarsi interamente alla formazione e smetterla di stare sul web a tirare le 100/200 euro a Google Adsense. Sono uno dei tanti, insomma: proprietario di un blog da 1200 unici al mese , le visite erano in aumento ed avevo il mio hosting preferito che, ad oggi, non  ho più. Oggi infatti l'hosting in questione che chiamerò "miglior hosting " ( ovviamente nome di fantasia, figuriamoci se dopo questa delusione cocente ho voglia di impelagarmi a discutere), senza troppi giri di parole, ha deciso in perfetta autonomia alcune cose molto, molto carine : ha interrotto l'erogazione dall'oggi al domani un servizio di hosting dedicato, dall'oggi al domani per cui avevo già pagato; dicono che occupo troppe risorse, con un sito in WordPress in cui ci stanno si e no 12 plugin, non ci sono script in background, ci stanno circa 12.000 paginette in croc

Che effetto fa l'erba legale

Da giugno 2017 in Italia si parla moltissimo, forse anche troppo, dell'erba legale, con reazioni spesso scomposte da parte della società: ad esempio oggi il partito dei Fratelli d'Italia ha organizzato un flashmob a Roma per evidenziare la contraddizione della "droga spacciata per cultura", con riferimento alla Feltrinelli ed alla vendita di libri della collana " Read&Weed – Grandi Autori in erba ", casa editrice Nero, che vende classici della letteratura con maria legale in omaggio. Lo stesso Matteo Salvini, del resto, ha dichiarato guerra ai negozi di questo genere e non è detto che gli stessi potranno avere vita facile. L’iniziativa della casa editrice, in seguito rigettata e vietata dalla Mondadori stessa, sembra avere un carattere divulgativo e commerciale, il tutto “all’interno delle regolamentazioni e le normative indicate dallo stato italiano e dalla Comunità Europea. Demonizzare e strumentalizzare un’operazione del genere dimostra solo ten

Siamo andati nel dark web: ecco cosa c'è davvero

Sì, l'abbiamo fatto. E non tutto quello che abbiamo visto ci è piaciuto. Ci siamo decisi a fare un giro nel dark web, una buona volta per tutte. Seguendo anche un po' di guide che abbiamo trovato sull'internet, tra cui questa di Trovalost.it , ci siamo incuriositi e, da bravi "indagatori dell'incubo" (Sclavi sarebbe contento di questa meta-citazione? Non lo sappiamo davvero...) ci siamo addentrati nel dark web. Il dark web è un mostro, per molti: è il luogo dove si comprano cose brutte, tra cui la ddddroga , dove puoi purtroppo anche commissionare un omicidio sul serio e trovare foto pedopornografiche o video hard trafugati illegamente. Molto del dark web, a cominciare dallo storytelling che usualmente se ne fa, è leggenda urbana a tutti gli effetti; ma tanto altro purtroppo sembra reale, per quanto l'unico modo per indagare seriamente sulla questione sarebbe quella di testarlo sul campo, effettivamente. Il dark web è insomma una belva strana: finchè non

Fattori di ranking nel 2020: quali sono?

Google è alla ricerca di affermazione continua, e cerca di rimanere confermato come il miglior motore di ricerca al mondo . Per risolvere questo dilemma e confermare la propria capacità di rankare bene siti di qualità, deve promuovere la qualità: ecco perchè è importantissimoa vere un sito web fatto come si deve. Migliaia di utenti ogni giorno, solo in Italia, potrebbero cercare i tuoi prodotti: vogliamo accontentarli come si deve, oppure vogliamo continuare a parlare di auto-proclami egoisti come le terrificanti " aziende leader nel settore "? I dati parlano ad oggi, anche in tempi di Covid-19 e forse in misura ancora più marcata perchè la gente sta più tempo connessa su internet, 3 miliardi di richieste al giorno che arrivano a Google. Se vuoi nascondere un cadavere mettilo nella seconda pagina di Google , perchè tanto nessuno lo vedrà? Diciamo che non è proprio così: anche la seconda pagina nasconde delle opportunità , più che altro perchè con un po' di a

Con la quarantena, l'uso del Wi-Fi aumenta in tutto il mondo

  Avendo più tempo da passare a casa, gli utenti di tutto il mondo utilizzano molto di più il Wi-Fi sul proprio smartphone! Uno dei principali passatempi da fare a casa è, ovviamente, usare Internet. In questo periodo di pandemia, dove il Covid-19 è entrato nelle nostre vite, la maggior parte delle persone ha fatto smartworking . Che sia per lavoro o per diletto ( scrivere delle esperienze di viaggio su un blog ), gli italiani hanno passato ore e ore collegati sul web. Per questa ragione, il gruppo Opensignal, una società di analisi dati di reti mobili, ha fatto uno studio sull'aumento dell'utilizzo del Wi-Fi a causa della quarantena . L’azienda ha iniziato a monitorare varie località in tutto il mondo, per identificare la percentuale di incremento dell'uso di Internet a casa ed i risultati sono impressionanti! Paesi come Canada, Messico e Stati Uniti hanno registrato, rispettivamente, un aumento dell'8,1%, 5,6% e 9% nella terza settimana di marzo. L'incremento